BluLogo-BLOG-illusioni-photoshop

Uno strumento complesso, straordinario, costoso e meraviglioso: Photoshop è il più noto programma di editor di immagini digitali che consente di trasformare l’acqua in sabbia, l’uomo in tigre, la distanza in prossimità. Uno dei tanti figli della Adobe System, questo gioiellino consente di effettuare ritocchi professionali anche molto dettagliati e precisi e di gestire una singola immagine su più livelli così da trattare ogni componente individualmente.

Aggiornamenti Photoshop: miglioramenti costanti

Dalla sua prima versione nel lontano 1990, Photoshop è cresciuto parecchio, migliorando le funzionalità, ampliando gli strumenti e rendendo sempre più sottili i limiti di chi lo utilizza. Con un buon numero di tutorial, tanta pazienza e possibilmente un corso affiancati da una persona esperta, si può riuscire davvero a trovare l’estensione digitale concreta delle proprie mani e della propria creatività. Non a caso, soprattutto negli ultimi anni, è sempre più difficile trovare sui cataloghi, nelle riviste o online immagini non ritoccate e con altrettanto impeto si sono diffuse foto e video che rivelano i grandi trucchi del foto-ritocco o che sfruttano il software per dare vita a scenari surreali.

martin-de-pasquale-fotomontaggio
Una delle incredibili opere di Martin De Pasquale.

Fotoritocchi da star

Qualche esempio? Quasi tutte le immagini che possiamo trovare di celebrità, VIP e star sono passate tra le mani di un abile ritoccatore, che ha risparmiato alla celebrity che i propri “difetti” viaggiassero per il mondo: tendenzialmente si eliminano occhiaie, imperfezioni della pelle, rughe, ombre… il tutto per mostrare visi e corpi perfetti! La verità, però, è che tutti siamo umani e anche con i migliori prodotti e professionisti a disposizione, la perfezione in natura è davvero impossibile.

È quindi comprensibile voler aiutare un pochino la natura con qualche correzione, ma oggi sempre di più si fa largo anche un discorso etico: teenager, uomini e donne di tutto il mondo diventano ossessionati dalla bellezza perfetta e non sono più in grado di riconoscere e apprezzare la naturalezza. Forse anche nell’ottica di abbattere questi preconcetti la cantante neozelandese Lorde che ha trovato, in seguito a un concerto, una propria foto perfettamente ritoccata (e che fa sembrare la sua pelle perfetta) ha voluto tweettare quella foto accanto ad uno scatto “al naturale” per mostrare a tutti il suo vero aspetto di cui -giustamente- non si vergogna affatto.

Errori con Photoshop: l’anatomia prima di tutto!

Altri invece sono arrivati sulla bocca di tutti proprio per dei ritocchi maldestri che hanno reso l’inganno così evidente da far sospettare anche il meno esperto di grafica. In un numero del magazine Vogue Russia è apparsa una foto di Adam Levine ritoccata nella quale sembra che a lui manchi un’intera parte del busto, segnale che il fotomontaggio non è stato eseguito a regola d’arte.Adam-Levine-Vogue-fotoritocco-283x300
Ma i ritocchi con Photoshop che preferiamo sono quelli “surreali”, che consentono di creare immagini impossibili, paradossi o mondi paralleli a partire da fotografie reali. Ecco qualche interessante esempio nel mondo della pubblicità, in cui l’abilità di grafici esperti è stata sfruttata per catturare l’attenzione di lettori, passanti e utenti e per rendere il proprio prodotto memorabile grazie ad un messaggio unico:

Photoshop-advertise

Pubblicità di: Neril – prodotti contro la caduta dei capelli, ottica Keloptic, l’organizzazione sportiva tedesca Deutscher Olympischer Sport Bund e il  WWF.